Piccolo post d’anticipazione.

In questo articolo, parlavo del fatto che la creatività umana sia un elemento fondamentale per il concetto di Singolarità.

Negli ultimi tempi ho anche visto due film piuttosto godibili, Iron Man 2 e Inception, che anziché portare una recensione, hanno scatenato una riflessione: in entrambi, il concetto del sogno (ad occhi aperti nel primo, ad occhi chiusi nel secondo) viene considerato in maniera estremamente limitativa. Fantasia di consumo, che risponde alle esigenze del pubblico massificato.
Mi ero divertito anche io a guardarli.

Qualche giorno dopo, leggendo Plauto, mi sono reso conto che molte delle cose di cui mi lamento adesso nel panorama culturale italiano (esiste ancora?) erano già presenti, già sfruttate ed incoraggiate più di venti secoli fa: Plauto, per non sforzare il proprio pubblico, non usciva mai da trame preconfezionate cui gli spettatori erano abituati, che potevano dunque prevedere benissimo dove sarebbe andata a finire l’azione.
Forse il principale motivo dell’enorme successo di Plauto.

L'aulularia (commedia della pentola) di Plauto.

La parola intrettenimento mi è sempre suonata male, come se contenesse in sé un germe di ipnosi, di controllo e di pastoia; ma questa è un’impressione mia. I due film di cui sopra (taccio per le opere di Plauto) possono essere senza dubbio considerati puro intrattenimento.
Questo le priva di qualcosa?
No.
Sono due film che svolgono perfettamente lo scopo che si erano prefissi: divertire ed emozionare lo spettatore, senza smuoverne le certezze o provocare sensazioni molto più estese nel tempo della durata della rappresentazione.

Certo non li si può biasimare per questo.
Soltanto, il fatto che le stesse strategie vengano applicate allo stesso modo da più di venti secoli è… una sensazione sgradevole per me. Significa che poche cose sono cambiate nel modo di recepire l’arte, o quello che passa per essa.

Significa che la maggior parte delle cose che hanno successo lo hanno perché rimestano nel calderone dell’immaginario collettivo, senza pensare di turbarlo minimamente. Senza aggiungere niente, un gioco a somma zero.

Si sapeva.
Non è un fatto nuovo, ma è un fatto straordinariamente importante, per la Singolarità.
Ne parlerò meglio in un prossimo articolo.

Nel frattempo, mi metterò a rileggere Ende

Annunci