In questi giorni sto leggendo un sacco di articoli di climatologia legati alle glaciazioni; era inevitabile che finissi anche su siti e in mezzo a libri che parlano di riscaldamento globale.
La cosa mi ha spinto a fare delle ricerche approfondite di climatologia, anche perché qualche tempo mi era capitato tra le mani un vecchio libro di un astrofisico inglese, Fred Hoyle. Il libro, Ice, era un campione dell’isteria di fine anni ’70 sull’ipotesi di un raffreddamento globale.


Isteria di massa con gruppi di scienziati che istigavano a pomparne di più, di quei maledetti CFC, nell’atmosfera!
Così avremmo evitato di finire congelati.
La scoperta di un’isteria simile a quella odierna per il riscaldamento globale mi ha colpito. Ancora di più, mi ha interessato un’affermazione di Hoyle: se anche la CO2 (l’anidride carbonica, il male assoluto) aumentasse di 50 volte la propria concentrazione, gli effetti di riscaldamento sarebbero trascurabili.
Cerca che ti ricerca, ecco che in questi giorni scopro due cose interessanti:
1) La CO2 ha praticamente assorbito tutto l’assorbibile: se anche ne venisse aumentata la quantità, il calore trattenuto non crescerebbe. Questo perché…
2) La correlazione tra aumento di CO2 nell’atmosfera e riscaldamento (energia trattenuta) non è lineare.
Se fosse lineare, significherebbe che ad una quantità di CO2 X corrisponderebbe un aumento di calore Y, e ad una quantità 2X, un aumento 2Y: l’incubo di ogni climatologo e la base della teoria del riscaldamento globale.
Questo non è vero.

Povera, piccola anidride carbonica. Lei non è cattiva. Non è colpa sua.

La relazione non è lineare, è logaritmica: significa che più si aumenta la CO2, più l’aumento di calore assorbito diminuisce.
Al punto che, tra una quantità X ed una quantità 100X di CO2, la differenza di calore trattenuto è infinitesimale.

Questa scoperta non solo mi porterà, nei prossimi tempi, a ripensare tutto il mio sistema di idee sul riscaldamento globale (e chissà che non ci esca qualche articolo), ma anche, nell’immediato futuro, a rivedere l’articolo sulla Terra a Palla di Neve.

Annunci