Tag

, ,

Articolo riflessivo.

 

Ho completato qualche giorno fa il mio capitolo di Sick Building Sydrome, il blog di scrittura partecipativa lanciato da Davide Mana; la genesi del capitolo è stata piuttosto travagliata, sopratutto perché avevo un po’ perso di vista il blog dopo il periodo di linea inesistente di qualche tempo fa.

Per la prima volta in vita mia, mi sono dovuto inventare una storia tenendo presente personaggi e sviluppo della trama di autori precedenti.

Era una sfida.

Non solo usare personaggi già creati costringe a  confrontarsi con gli scritti degli autori che sono venuto prima di te, ma anche a pensare alla loro evoluzione psicologica e alla loro coerenza: non si possono stravolgere personaggi da un capitolo all’altro.
Tutto ciò crea un esercizio molto, molto interessante, di calibrazione tra la volontà di passare attraverso strade diverse e la necessità di rispettare le scelte e la creatività di che è venuto prima di te.

Ma c’è dell’altro: allo stesso modo in cui bisogna rispettare il passato, c’è anche da considerare il futuro. Stravolgere le situazioni, optare per cambi di scena, può essere interessante, ma anche lasciare l’autore successivo in preda al panico.

Alla fine è probabile che questi esperimenti siano più interessanti per chi li fa che per chi li legge, ma senza dubbio hanno il pregio di insegnare a calibrare la propria scrittura.
Se ve ne capita uno, provateci.

Annunci