Tag

, ,

Ormai è già un meme. Ne parlano giornali, tv e pescivendole.
Te lo chiedono alla fine del colloquio di lavoro, come ultima domanda all’esame di maturità.
Non si scappa; da un’idea di Alex, ripresa e rilanciata in tutta la blogsfera, ecco la domanda che tutti si pongono.

Quali 5 supereroi avresti voluto essere? 

 

5 – La Cosa

La gente che mi conosce sa che detesto l’idea del guerriero enorme ed idiota. Non per niente, (prima di Planet Hulk) Hulk era in fondo alla classifica.
Ma la Cosa, al contrario, mi ha sempre affascinato. Divertente, bonario, complesso e incompreso, costretto nei limiti di una fisicità che non gli appartiene, al punto da poter stare solo con una donna cieca (grazie, Marvel, per la comprensione e l’umanità).
L’immagine si riferisce ad una delle storie più belle che abbia letto, in cui si ipotizza che per ogni volta che la Cosa (grazie all’intervento di Reed Richards) torna ad essere Ben Grimm, si creano suoi cloni malvagi.
Un urrà per la Sempre Adorabile Cosa dagli Occhi Blu.

4 – Silver Surfer

Ditemi voi se c’è qualcosa di meglio dello sfrecciare nel cosmo su una tavola da surf. Certo, se ciò non fosse il preludio dell’apocalisse per mano del Divoratore di Mondi, Galactus, che oltretutto è il tuo principale, uno potrebbe godersela di più.
Sacrificata la propria libertà per la salvezza del suo pianeta, Silver Surfer resta un personaggio affascinante.

3 – L’Uomo Ragno

Morso da un ragno durante un esperimento, il giovane Peter Parker ne assunse agilità e forza proporzionali, oltre alla capacità di aderire ai muri; da allora, oltre a salvare il mondo, circondarsi di donne bellissime, fare picnic (crossover) con gli eroi più famosi del mondo, è anche diventato uno dei miei supereroi preferiti.
Mi piace il suo aspetto metropolitano, le sue debolezze, i suoi poteri limitati (è uno dei più “deboli” tra i supereroi famosi, alla fine), la sua complessa personalità. La sua ironia; diamine, l’ironia.
Inoltre, ho un debole per le rosse con gli occhi verdi.
Jackpot!

2 – Charles Xavier

Il Professore è un uomo in carrozzella, calvo, neanche più giovane.
Ah, è anche il più potente telepate della Terra.
Uhm, questo spiega un po’ di cose.
Mi piace Xavier come personaggio dilaniato, alla prese con la guerra fredda tra umani e mutanti (oh, qualcuno ha detto Magneto?), con decine di allievi che rispondono a lui, con la ricerca di un’armonia tra due razze.
Inoltre, ha un gemello malvagio, una sorella gemella malvagia (colpevole di genocidio), ed è sposato con l’imperatrice di un impero malvagio.
Ah, è diventato anche ospite di un parassita alieno.
Qualcuno ha parlato di “supereroi con superproblemi”?

 

1- Paperinik

Di giorno, lo sfruttato, bistrattato, incompreso, sfortunato Paperino. Di notte, Paperinik, il diabolico vendicatore!
Nato come personaggio al limite della negatività (uno dei periodi migliori) in cui non faceva che prendersi rivincite sui tiranni della sua vita ufficiale, Paperinik è rapidamente diventato un supereroe a tutti gli effetti, fino a perdere mordente a ridursi ad un’ombra della propria gloria.
Per fortuna, la serie di PK gli ha donato altri otto anni di sfavillanti successi, rendendolo uno dei personaggi meglio riusciti di casa Disney – forse il personaggio simbolo di cosa possa fare il fumetto italiano.
Senza dubbio, se fossi un supereroe, Paperinik.
Inoltre sarei disegnato da Claudio Sciarrone e sceneggiato da Bruno Enna, dai!

Ci vediamo domani con la parte avversa di questa top five…

Annunci